eventi

EVENTI


BIENNALE INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA BARBARA CAPPOCHIN

OIKOS, colore e materia per l’architettura, affianca la Fondazione Barbara Cappochin, alla settima edizione del Premio Internazionale di Architettura, promosso dalla Fondazione stessa, dall'Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Padova in collaborazione con il Comune di Cortina d’Ampezzo.

Dal 7 al 9 dicembre, in programma oltre cento eventi.

La Fondazione ha come fine mantenere vivo il ricordo di Barbara, giovane studentessa della Facoltà di Architettura I.U.A.V. di Venezia, attraverso la promozione della qualità dell'architettura. L'architettura possiede infatti la capacità di migliorare la dimensione delle relazioni tra le persone, offrendo spazi rispettosi del contesto che li accoglie e della vita degli uomini che la abiteranno. Obiettivo condiviso dalla Fondazione e da OIKOS, che parteciperà alla tre giorni di eventi in qualità di sponsor, a dimostrazione dell’impegno che da oltre 30 anni mette per realizzare spazi che migliorino la vita degli altri, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Il Premio di Architettura “Barbara Cappochin” è lo strumento biennale con cui la Fondazione contribuisce allo sviluppo di una qualità sostenibile: rivolto ad opere realizzate nei tre anni antecedenti, in collaborazione con la U.I.A. (Unione Internazionale Architetti) e col C.N.A.P.P.C. ha visto quest'anno la partecipazione di oltre 314 opere presentate, provenienti da 42 paesi.

Secondo la giuria, composta da Leopoldo Freyre,Yolanda David Reyers, Luciano Lazzari, Raul Pantaleo, Georg Pendl, Sasa Randic, Tina Saaby vince il progetto “El Valle Trenzado” del Grupo Aranea - arch. Francisco Leiva Ivorra e ing. Marta Garcia Chico - con sede ad Alicante, Spagna, per “il disegno coraggioso e l' approccio integrato ai diversi problemi ambientali, tipici della città contemporanea, per le nuove tecniche costruttive, per la relazione tra progetto naturalistico, paesaggistico ed architettonico e per il coinvolgimento delle comunità cittadine per trasformare l'opera pubblica in una soluzione che cambia la vita urbana”.

All’Alexander Hall, con la presentazione dei progettisti vincitori e con conferenze di confronto nazionale e internazionale su esperienze innovative di rigenerazione urbana sostenibile, saranno premiati anche: l'architetto Arianna Spinelli per il Concorso di Progettazione “I CINQUE TAVOLI DELL’ARCHITETTURA” e Archpiùdue Paolo Sarti Architetti Associati, vincitori del premio regionale “Contratto di Quartiere Il Mestre – Altobello Riqualificazione Urbana lungo via Andrea Costa e aree limitrofe”.

 

TAG CLOUD

architettura